VIAGGI E VACANZE- DAL 1° LUGLIO MAGGIORI GARANZIE PER I CITTADINI

Con il decreto italiano (dlgs 21-5-18 n° 62) di recepimento delle direttive europee (U.E. 2015/2302) in materia di pacchetti turistici e servizi turistici collegati, che entrerà in vigore il 1° luglio prossimo, diverse novità e maggiori garanzie per i cittadini. Una buona notizia per gli utenti -consumatori!”

Così Donato Fioriti, Pres. Ass. Consumatori “Contribuenti Abruzzo"

“In particolare – spiega Fioriti- ci sarà un ampliamento della nozione di “pacchetto turistico”, eliminando il riferimento territoriale statale e ricomprendendo i contratti on-line, i pacchetti “su misura”, i pacchetti “dinamici”. Dal 1° luglio il “pacchetto turistico” rappresenta la combinazione di almeno due tipologie di servizi turistici di trasporto, alloggio, noleggio veicoli o altro servizio turistico ai fini del medesimo viaggio, qualora combinati da un unico professionista, ovvero, anche se siano conclusi contratti separati con singoli fornitori di servizi turistici, siano acquistati presso un unico punto vendita, oppure offerti ad un prezzo forfettario, ovvero pubblicizzati sotto denominazione di “pacchetto” o denominazione analoga oppure, infine, combinati entro 24 ore dalla conclusione di un primo contratto, anche con processi collegati di prenotazione on-line, a meno che non rappresentino almeno il 25& della combinazione"

“Vi sono obblighi informativi- aggiunge Fioriti- più ampi, tanto in relazione alla lingua del servizio offerto, quanto se sia idoneo a persona con mobilità ridotta. Per il recesso da parte del cittadino, poi, scende dal 10% all’8% l’eventuale soglia di aumento del costo del contratto del pacchetto turistico. Nel caso di responsabilità dell’organizzatore per inesatta esecuzione del pacchetto, viene garantita al viaggiatore una riduzione del prezzo, oltre all’eventuale risarcimento dei danni e alla possibilità di recedere dal contratto. Viene, peraltro, prevista la possibilità per il viaggiatore stesso di porre rimedio al difetto di conformità. I termini di prescrizione vengono ampliati, e risultano pari a 3 anni per il danno alla persona, invece 2 per gli altri danni (a fronte del termine di 2 anni ed 1 anno rispettivamente previsti dalla normativa vigente).

"Viene, inoltre, previsto, spiega ancora Fioriti – che il venditore sia, da un lato, responsabile dell’esecuzione del mandato conferitogli dal viaggiatore e, dall’altro, sia considerato come organizzatore (con le conseguenti responsabilità) qualora ometta di fornire al viaggiatore tutte le informazioni relative all’organizzatore. Il nuovo decreto prevede, poi, in capo ad organizzatori e venditori, forme obbligatorie di assicurazione per la responsabilità civile e garanzie maggiori a favore del viaggiatore in ipotesi di insolvenza o fallimento degli stessi."

“Infine – conclude Fioriti – ulteriori sanzioni amministrative pecuniarie ed accessorie: le fattispecie relative alla violazione delle norme da parte del professionista, dell’organizzatore o del venditore, vengono punite attraverso delle sanzioni, la cui competenza per l’applicazione è stata attribuita all’Autorità garante della concorrenza e del mercato: sanzioni amministrative pecuniarie, da un minimo di 1.000 euro a un massimo di 20.000 euro, aumentate in caso di reiterazione o recidiva. Inoltre, sanzioni amministrative accessorie, quali la sospensione dell’attività da quindici giorni a tre mesi e, in caso di recidiva reiterata, la cessazione dell’attività”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...